Di Pietro si reca spontaneamente in Procura.

NON E’ UN PAESE NORMALE

DAL BLOG DI ANTONIO DI PIETRO, SI RIPORTA:

giornali_oggi

Ieri è stata una giornata importante di cui sono orgoglioso come cittadino, come parlamentare e come leader dell’Italia dei Valori. Mi sono recato spontaneamente alla Procura della Repubblica di Napoli per dare il mio contributo e la mia testimonianza per consentire ai giudici di ricostruire al meglio i fatti su cui i magistrati stanno indagando (e soprattutto il ruolo dell’ex provveditore alle opere pubbliche di Napoli, Mario Mautone, che era ed è un dirigente del ministero delle Infrastrutture ove fui ministro per due anni). Appena gli atti saranno depositati, alla fine dell’indagine, richiederò copia della mia testimonianza e la renderò pubblica su questo sito. In un Paese civile la mia collaborazione sarebbe considerata opera doverosa e meritoria. Gli stessi magistrati, come riportano le agenzie, hanno giudicato il mio colloquio “molto soddisfacente”. In Italia però, che non è un Paese normale sotto molti aspetti, men che meno quello dell’informazione, questa mattina giornali, tg e commentatori di professione, offrivano interpretazioni completamente e vergognosamente distorte dell’intera vicenda. Non tutti, per dire il vero, tra questi un’intervista pubblicata oggi su La Stampa di Marco Travaglio offre al lettore un’interpretazione più vicina alla realtà di quanto sta accadendo. La riporto. “Ma non confondiamo mazzette e favori” La Stampa: Travaglio, allora, nessun imbarazzo per il Di Pietro che frequenta i tribunali? Marco Travaglio: No… e perché? Mica è uscito e ha cominciato a inveire. Non mi risulta che abbia chiesto leggi “ad personam”. La Stampa: No, dice di indagare a tutto campo. Figli e amici compresi. Marco Travaglio: Appunto. Mi sembra un comportamento di grande coerenza. Mi felicito con lui. Anche perché non si ripara nella questione del penalmente rilevante. Ecco, almeno Di Pietro lascia che siano i magistrati a decidere che cosa è penalmente rilevante. La Stampa: Sembra quasi di capire, Travaglio, che lei vede Di Pietro persino rafforzato da questa brutta storia. Marco Travaglio: Guardi, premesso che non so niente di questa inchiesta, e che quindi non ho proprio idea di chi sia indagato e chi no, noto che Di Pietro non fa eccezioni per nessuno. Non era scontato. Le persone vanno messe alla prova dei fatti. La Stampa: Resta il fatto che l’inchiesta ha tirato fuori una bruttissima storia. Marco Travaglio: Lui dice che il suo partito è in grande espansione. E che ovviamente entra di tutto. Ecco, questo è un limite. Lo è per tutti i partiti, ma nel suo caso la questione è più grave. Perché da Di Pietro non ce lo si aspetta. Ci vorrebbero dei buttafuori all’entrata. E poi ci vorrebbe un serio collegio dei probiviri. La Stampa: A essere davvero severi, però, pure Di Pietro dovrebbe cancellare mezzo partito. Marco Travaglio: Ma almeno, quando gli segnalano una mela marcia, lui la caccia. Gli altri mica lo fanno. Quel Mautone, ad esempio: quando gli sono arrivate certe chiacchiere all’orecchio, l’ha fatto ruotare. E’ una buona regola, visto che certi funzionari non li puoi licenziare. Poi naturalmente vedo che gli accollano pure questo… La Stampa: La questione più delicata, e dolorosa, riguarda il figlio Cristiano. Marco Travaglio: Mi pare giusto che sia dimesso dal partito. Ora, io non confondo chi prende mazzette, che è un reato, con una semplice raccomandazione. E allora, fermo restando che le raccomandazioni non si fanno, è chiaro che sono due cose di peso diverso.

NOSTRO COMMENTO: Chi non ha scheletri nell’armadio non teme di dire la verità. Certo! Per i gregari della Casta quest’atto di lealtà politica non è concepibile. Li lasci “Cantare” On.le Di Pietro! Quando si ha il sospetto che ci sia una “mela marcia” – come dice l’ottimo Travaglio – va allontanata. Gli altri lo fanno?



Categorie:Politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: