Papa Ratzinger chiede scusa per gli abusi

Chiesa e pedofilia Il Papa: «Chiediamo scusa per gli abusi» Benedetto XVI a San Pietro: «Intendiamo fare tutto il possibile affinché non possa succedere mai più»

Fonte: Corriere.it

CITTA’ DEL VATICANO – «Chiediamo insistentemente perdono a Dio e alle persone coinvolte», per gli abusi nei confronti dei minori commessi da religiosi – ha detto oggi il Papa celebrando la messa di conclusione dell’Anno sacerdotale a piazza San Pietro – e «intendiamo promettere di voler fare tutto il possibile affinchè un tale abuso non possa succedere mai più».

«VOCAZIONI AUTENTICHE» – Dopo aver richiamato «l’abuso nei confronti dei piccoli”, il Papa ha aggiunto: “Anche noi chiediamo insistentemente perdono a Dio ed alle persone coinvolte, mentre intendiamo promettere di voler fare tutto il possibile affinché un tale abuso non possa succedere mai più; promettere che nell`ammissione al ministero sacerdotale e nella formazione durante il cammino di preparazione ad esso faremo tutto ciò che possiamo per vagliare l`autenticità della vocazione e che vogliamo ancora di più accompagnare i sacerdoti nel loro cammino, affinché il Signore – ha detto Benedetto XVI – li protegga e li custodisca in situazioni penose e nei pericoli della vita».

IL BASTONE DEL PASTORE – Come il pastore, ha detto ancora il Papa, che «ha bisogno del bastone» per proteggere il suo gregge, e del «vincastro che dona sostegno ed aiuta ad attraversare passaggi difficili», anche la Chiesa «deve usare il bastone del pastore, il bastone col quale protegge la fede contro i falsificatori, contro gli orientamenti che sono, in realtà, disorientamenti». «Proprio l’uso del bastone – ha aggiunto – può essere un servizio di amore. Oggi vediamo che non si tratta di amore, quando si tollerano comportamenti indegni della vita sacerdotale», ha concluso alludendo alle coperture degli scandali di pedofilia.

SEVERITA’ E SOSTEGNO – «Al tempo stesso, però, il bastone deve sempre di nuovo diventare il vincastro del pastore – ha aggiunto il pontefice – vincastro che aiuti gli uomini a poter camminare su sentieri difficili e a seguire il Signore». Entrambe le cose, la severità e il sostegno – ha insistito il Papa – «rientrano nel ministero della Chiesa» e «del sacerdote», e devono servire contro i «comportamenti indegni della vita sacerdotale», ma anche per proteggere la fede «contro i falsificatori», e per non far «proliferare l’eresia, il travisamento e il disfacimento della fede». Redazione online 11 giugno 2010

NOSTRO COMMENTO: Apprezziamo le parole di pentimento e di perdono a Dio ed alle persone coinvolte nello scandalo della pretofilia espresse dal Papa Benedetto XVI, ma non possiamo fare a meno stigmatizzare le affermazioni del Papa quando afferma: “«Proprio l’uso del bastone – ha aggiunto – può essere un servizio di amore. Oggi vediamo che non si tratta di amore, quando si tollerano comportamenti indegni della vita sacerdotale», ha concluso alludendo alle coperture degli scandali di pedofilia.” Ma il Papa fino ad oggi dov’era? E’ stato anche Lui – per come risulta per tabulas – a coprire i preti pedofili! E’ impossibile che il Capo della Chiesa non sapesse! Pentirsi e chiedere perdono del male fatto è già un passo avanti, ma, non è solo la pedofilia che affligge la Chiesa di Cristo. L’Opus Dei e lo IOR sono due istituzioni che non danno certamente lustro alla Chiesa. Se Ratzinger ha deciso veramente di ravvedersi, di pentirsi e di chiedere perdono a Dio, completi la Sua opera e spazzi via il Clero marcio, l’ Opus Dei e la Banca Vaticana. Forse i posteri apprezzeranno questo Suo gesto ed il suo Papato avrà avuto un significato. Bisogna avere il CORAGGIO di farlo. Non è facile!



Categorie:Politica, Pretofilia, Religione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: